«Sei qua e sarai per sempre uno di noi»

Cori da stadio, bandiere e fumogeni sul piazzale del santuario per i funerali del 27enne stroncato dalla malattia