Auto finisce contro Suv in sosta Investita una passante, è grave

di Simone Bianchi

Una donna di 53 anni residente a Cavallino trasferita con l’elisoccorso all’ospedale dell’Angelo La prognosi per lei è riservata. Il sinistro al Lido in Lungomare Marconi, chiuso al traffico per ore

LIDO. Lotta per la propria vita la donna investita ieri pomeriggio in Lungomare Marconi al Lido. Si tratta di una 53enne veneziana ma residente a Cavallino Treporti, rimasta suo malgrado coinvolta in un incidente stradale tra due Suv all’altezza dello stabilimento balneare Sorriso.

L’incidente è avvenuto dopo dopo le 13. La pattuglia della Polizia Locale della Sezione del Lido di Venezia è stata allertata per l’incidente. Dalle prime ricostruzioni dei vigili urbani, è emerso infatti che un'autovettura Volkswagen Tiguan condotta da una signora di 68 anni, mentre percorreva Lungomare Marconi, finiva con il tamponare violentemente un'altra vettura, una Land Rover parcheggiata al lato della strada. L'urto è stato violento tanto che la Land Rover è stata svalzata in avanti di circa quattro metri. E per una incredibile concausa, l’auto ha finito con il colpire una donna che stava transitando a piedi. La donna dopo l’urto è caduta a terra riportando ferite tali da rendersi necessario il trasporto con l’elisoccorso all’ Ospedale dell’Angelo di Mestre.

Dopo le visite di controllo, i medici si sono riservati la prognosi. Anche la conducente della vettura investitrice è stata accompagnata presso il Pronto Socccorso dell'Ospedale di Venezia. Quando sul luogo dell’incidente sono arrivati i soccorsi, agenti del comando lidense della Municipale e il personale medico del Suem 118, si è capito subito che la situazione era preoccupante. La donna investita, la signora S.F., aveva chiari segni di una grave trauma cranico. Una volta stabilizzata dai medici, la signora è stata caricata in autoambulanza e trasportata all’aeroporto Nicelli, dove ad attenderla c’era già l’elicottero del Suem-118 atterrato per occuparsi del trasporto della donna all’ospedale di Mestre. A bordo equipe e strumentazioni di altissimo livello proprio per far fronte a traumi gravi di tipo neurochirurgico. La donna è arrivata all’Angelo in codice rosso e la sua prognosi rimane riservata. Il trauma è di quelli ritenuti importanti e ha richiesto l’immediato intervento chirurgico. L’ospedale mestrino è infatti un hub provinciale e punto di riferimento per situazioni come quella che ha coinvolto la 53enne veneziana. Per soccorrerla in Lungomare Marconi è intervenuto il “trauma team”. Gli agenti della Polizia municipale hanno invece cercato di ricostruire la dinamica dell’incidente tra i due Suv, causa del successivo investimento. Sono rimasti sul posto per ore anche per raccogliere le necessarie testimonianze. E per fare questo hanno dovuto anche chiudere il tratto di strada interessato, con le auto che inevitabilmente sono state deviate su via Colombo e via Sandro Gallo da un lato, mentre quelle che provenivano dalla zona ex Casinò non hanno potuto far altro che inversione di marcia. Stesso discorso ha riguardato anche i mezzi del trasporto pubblico.

©RIPRODUZIONE RISERVATA