Jesolo pensa già all’estate: tante le occasioni di lavoro

di Giovanni Cagnassi

La Jesolo Turismo cerca personale per alberghi, camping, darsena, Pala Arrex In dicembre inizia un corso per diventare bagnini di salvataggio sull’arenile

JESOLO. È già tempo di pensare alle assunzioni per la stagione estiva. La società Jesolo Turismo non perde tempo ed è già proiettata all’estate 2018 quando tante saranno le opportunità soprattutto per i ragazzi che vorranno trovarsi un lavoro. La società partecipata, che ha in gestione il servizio di salvataggio, il camping a cinque stelle International, due stabilimenti balneari, il Pala Arrex e la darsena, vuole consolidare il personale per arrivare preparata all’inizio della prossima stagione.

Difficile quantificare quante potranno essere le assunzioni. La dirigenza non ha voluto fornire delle cifre, ma potrebbero variare da 30 a 50 a seconda delle esigenze. «La qualità dei nostri servizi e delle nostre attività», spiega il presidente di Jesolo Turismo Spa, Alessio Bacchin, «inizia soprattutto dalla professionalità e dalla preparazione dei nostri dipendenti. Quando cerchiamo personale, vogliamo che sia all’altezza delle aspettative degli ospiti della città. Anche per questo motivo far parte della nostra squadra rappresenta un’ottima opportunità di crescita».

Saranno selezionati in particolare i giovani, poi anche persone più avanti con l’età in cerca di occupazione. Si cerca pertanto personale soprattutto per il servizio di salvataggio ed il camping, come ha specificato la direttrice di Jesolo Turismo Spa, Claudia Davanzo, Tante opportunità potranno arrivare dallo “Jesolo International Club Camping”, uno dei primi in Italia ed Europa.

«Stiamo parlando di una struttura ricettiva di eccellenza», dice il direttore Sergio Comino, «e che ha una clientela di Austria e Germania per l’80%. Rappresenta, dunque, un ottimo banco di prova, oltre che opportunità di crescita, anche per chi vuole migliorare la lingua».

In questo caso si cercano persone da assumere nel ruolo di accompagnatori esterni, addetti all’animazione, ma anche manutentori. Capitolo a parte quello degli “assistenti bagnanti” di Jesolo Turismo. Vengono organizzati dei corsi (il primo parte l’11 dicembre) per ottenere il brevetto di salvamento. Ci sarà una preselezione di nuoto, attraverso una apposita commissione. Poi inizia il corso vero e proprio, suddiviso in 60 ore di nuoto alla piscina comunale di Jesolo e 40 di teoria al Pala Arrex. A metà percorso viene effettuata una sorta di pre-esame e l’esame definitivo di fronte al responsabile del corso, un medico e al comandante della Capitaneria di Porto. Il corso permette di ottenere l’abilitazione all’assistenza in piscina acque interne e acque aperte.

©RIPRODUZIONE RISERVATA