Aria fredda e cime imbiancate. Venezia sembra un sogno

Il fotografo Marco Contessa ha immortalato un "quadro" quando le prime luci del giorno hanno illuminato la Serenissima e la sua corona di monti

Aria rarefatta e cime imbiancate, ecco Venezia al risveglio



VENEZIA. Sembra un quadro. Con le cime delle montagne imbiancate e l'aria quasi "ghiacciata" dal freddo improvviso, Venezia questa mattina si è rispecchiata in una laguna ancora agitata dal maltempo ma che ha offerto ai primi raggi di sole del mattino uno spettacolo incantevole.

Il fotografo Marco Contessa da Riviera Corinto e dal lungolaguna del Lido questa mattina presto ha usato la sua macchina fotografica con un teleobiettivo Leica da 600 a mano libera e ha immortalato la Serenissima intirizzita dal freddo ma stupenda.

Dietro San Marco si vedono i passi e le cime delle Dolomiti che, per effetto del teleobiettivo, sembrano quasi fare da corona alla Piazza più bella del mondo, per questo il fotografo ha voluto condividerlo con tutti i lettori della "Nuova".