Mestre, minorenne nasconde l'eroina in bocca per fuggire ai poliziotti

E' successo ieri in via Cappuccina, vicino alla stazione ferroviaria di Mestre. Il giovane affidato a una comunità per minori

MESTRE. Eroina nascosta in bocca per scappare all'arresto. Ieri i poliziotti del commissariato di Mestre, in abiti civili,  hanno controllato la zona di Via Cappuccina più vicina alla stazione ferroviaria. Gli agenti hanno notato uno strano andirivieni da un cestino dei rifiuti, dal quale un gruppo di giovani, che stazionavano ai giardinetti, prelevavano a turno delle bustine.

I poliziotti allora sono intervenuti, fermandone uno, che vistosi scoperto, ha cercato di ingoiare la bustina. C’è voluto sangue freddo e tempismo per evitare che il ragazzo ingerisse l’involucro, ma gli operatori di polizia, nonostante i calci e pugni del giovanotto, che faceva di tutto per liberarsi dalla loro presa, sono riusciti a bloccarlo e a recuperare la bustina.

Il ragazzo è stato portato in questura e identificato per un tunisino di 17 anni, già domiciliato in una comunità per minori. Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 710 euro,  di cui non ha saputo giustificare la provenienza. La confezione recuperata dalla bocca era una dose di eroina.

Il minore è stato denunciato per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a pubblico ufficiale. Il ragazzo è stato riaffidato a una comunità per minori di mestre.