Anziano pestato per la bici in calle, individuato il picchiatore

di Carlo Mion

È un residente a Sant’Elena: girava in sella alla sua bicicletta e si era scagliato contro l’uomo picchiandolo a sangue per le frasi dette dalla moglie

VENEZIA. È un residente in zona Sant’Elena, l’uomo che ha aggredito e picchiato l’anziano che stava passeggiando con la moglie nei pressi della chiesa di Sant’Elena. In queste ore l’anziano e la moglie formalizzeranno la denuncia ai carabinieri intervenuti subito dopo l’aggressione avvenuta lunedì intorno alle 18.30. Grazie alla solidarietà di altri residenti a Sant’Elena ora si conosce nome e cognome dell’aggressore.

Venezia, la moglie critica coppia in bici: lui viene pestato a sangue

L’anziano che ha 74 anni è stato dimesso dopo gli accertamenti al pronto soccorso dell’ospedale Civile, Ha una prognosi di una settimana, ma considerata l’età i medici hanno consigliato alla moglie di non lasciarlo mai solo e verificare ogni suo comportamento. Infatti i colpi ricevuti possono avere ripercussioni anche a distanza di giorni. Effetti che potrebbero avere conseguenze gravi considerate le patologie di cui soffre l’anziano.

Sono da poco passate le 18.30, la coppia di anziani, lui di 74 anni e lei di 70, stanno passeggiando per l’isola accompagnando a fare un giro la loro cagnetta. La donna è al telefono con un’amica. I due stanno raggiungendo il ponte sul rio di Sant’Elena e stanno camminando in direzione della chiesa. A un certo punto in senso opposto arrivano un uomo e una donna in sella a due biciclette. L’anziana commenta con l’amica il fatto che chi arriva a Venezia non sa che non si può andare in bici.

Gli altri capiscono le sue parole nonostante la 70enne non si fosse rivolta direttamente a loro e non avesse usato frasi offensive e tanto meno li avesse rimproverati. I due iniziano a inveire contro l’anziana, mentre la donna non capisce che si stanno rivolgendo a lei. Se ne rende conto solo quando i due scendono dalle bici e si dirigono verso gli anziani.

Mentre la donna inveisce contro l’anziana, l’uomo si scaglia sull’anziano che era rimasto accanto alla cagnetta. Prima lo colpisce con un pugno sul volto che gli procura un taglio sulle labbra dal quale inizia ad uscire sangue. Non contento lo sbatte contro un muretto dove l’anziano si ferisce a una mano. Nonostante le grida delle due donne che cercavano di far smettere questa furia immotivata. L’effetto che ottengono è l’opposto. Infatti afferra per le spalle l’anziano e lo scaraventa a terra e dopo avergli premuto la faccia contro i masegni, con un ginocchio gli blocca la schiena. La moglie dell’anziano cerca di liberare il marito, Ma è tutto inutile l’uomo che lo sta picchiando, dimostra 45 anni, grida che lui non è matto e comincia a colpire la testa del 74enne. Alla fine lascia a terra l’anziano e risalito in bici si allontana insieme alla compagna.

©RIPRODUZIONE RISERVATA