Emergenza smog: da martedì è blocco auto, riscaldamento e falò

di Roberta De Rossi

Ecco tutte le indicazioni con i limiti approvati dal Comune dal 24 al 31 ottobre: con le tabelle 

MESTRE. La pioggia e il vento di domenica, hanno ripulito l'aria che respiriamo, ma non basta: i valori di Pm10 sono scesi, ma assommati a quelli dei giorni scorsi, l'allerta resta a livello "arancione".

Alle 12 di lunedì, infatti,  Arpav ha pubblicato il bollettino che comunica il persistere del livello 1 - arancio fino alla prossima giornata di controllo, prevista giovedì 26 ottobre.

Così il Comune di Venezia ha fatto scattare le procedure per il controllo degli inquinanti: limiti alla circolazione di alcuni veicoli, al riscaldamento, all'accensione di fuochi.

ECCO COSA ACCADRA'. Nello specifico, come previsto dall'ordinanza n. 749/2017, sarà vietata la circolazione di ciclomotori e motocicli Euro 0 a due tempi dalle 8.30 alle 18.30, di autovetture ad uso proprio alimentate a benzina Euro 0 e 1 e diesel Euro 0, 1, 2, 3, e 4 dalle 8.30 alle 18.30 e dei veicoli commerciali N1, N2, N3 alimentati a diesel Euro 1, 2 e 3, dalle 8.30 alle 12.30. Il divieto sarà valido fino a giovedì 26 ottobre compreso, quando il nuovo bollettino Arpav segnalerà se mantenere il Livello 1, retrocedere a Livello 0 “verde” o passare al livello 2 “rosso”.

Tabella Circolazione Veicoli 2017_0 by RobertadeRossi on Scribd

NON SOLO AUTO. Inoltre, con Ordinanza n. 747/2017, per il livello arancio si dispone il divieto: di combustioni all’aperto, in particolare in ambito di cantiere e agricolo (fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali), di qualsiasi tipologia di combustioni all’aperto (falò, barbecue e fuochi d’artificio a scopo di intrattenimento), di utilizzare tutti i generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 3 stelle (in presenza di un impianto di riscaldamento alternativo).

Tabella Combustioni Aperto e Spandimento Liquami by RobertadeRossi on Scribd

Permane – e fino al 15 aprile 2018 - la limitazione della temperatura misurata a 17 °C (+ 2 di tolleranza) negli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili e a 19° C (+ 2 di tolleranza) in tutti gli altri edifici e l'obbligo di spegnimento dell'impianto termico per due ore al giorno dalle 16 alle 18.

Tabella Limitazioni Riscaldamento 2017_0 by RobertadeRossi on Scribd

“Faccio appello al senso di responsabilità di tutti – ha commentato l'assessore all'Ambiente Massimiliano De Martin – solo con interventi congiunti e coordinati potremmo ridurre gli inquinanti nell'aria che respiriamo. Il Comune di Venezia comunicherà giornalmente alla popolazione, attraverso comunicati stampa, pannelli a scritte variabili, sito e social network le informazioni utili per informare gli automobilisti sul livello di allerta in vigore. Inoltre saranno posizionati nelle strade d'accesso alla città cartelli informativi”.

"Confido nella sensibilità dei mezzi di comunicazione, affinché si facciano promotori nel dare adeguata informativa in merito alle variazioni di concentrazione di PM10 nell'aria – ha aggiunto l'assessore alla mobilità Renato Boraso - e, al contempo, faccio appello a tutti i cittadini a limitare l'utilizzo dei mezzi privati preferendo quelli pubblici, unitamente ad una maggiore attenzione all'uso del riscaldamento a casa e negli uffici. Sono azioni positive necessarie per salvaguardare il benessere di tutti

 L'ArpaV lo spiega così la situazione attuale.

La tabella degli ultimi 10 giorni delle concentrazioni di Pm10

"Le concentrazioni di polveri PM10 si sono ridotte sostanzialmente per effetto della perturbazione transitata domenica. Oggi, lunedì, le concentrazioni diminuiranno ulteriormente portandosi al di sotto del valore limite giornaliero in tutto il Veneto", si legge in una nota dell'Agenzia per l'Ambiente del Veneto, "ciò nonostante l’analisi dei dati giornalieri di PM10 relativi a venerdì, sabato e domenica porterebbe ad una variazione in aumento del livello esistente anche per l’agglomerato di Venezia (da arancione a rosso) e infine da verde a arancione per San Donà di Piave. Ma, poiché le previsioni meteorologiche e di qualità dell’aria di lunedì e martedì 24 sono favorevoli alla dispersione degli inquinanti, come stabilito dall’Accordo di Bacino Padano, il nuovo livello non si attiva e rimane valido il livello in vigore fino alla successiva giornata di controllo (giovedì 26 ottobre)".

Ecco la nube di smog e nebbia sulla Val Padana vista dallo spazio

Per quanto riguarda  il comune di Chioggia si è verificata l’ultima condizione prevista dall’Accordo ovvero: la concentrazione del giorno precedente il controllo (domenica 22 ottobre) è stata inferiore al valore limite giornaliero di 50 µg/m3. Di conseguenza per l’agglomerato di Treviso e Chioggia si ha il rientro al livello verde con effetto a partire da domani martedì 24 ottobre.

LE MISURE ANTI SMOG. Martedì 24 entreranno in vigore le misure di limitazione alla circolazione veicolare per il contenimento degli inquinanti atmosferici previsti dal livello 1 "Arancio", così come sancito dal “nuovo Accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano”, sottoscritto da Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna eministero dei Trasporti il 9 giugno 2017. Accordo recepito dalla Giunta comunale con delibera approvata lo scorso 17 ottobre.