“Boschi da energia”, piantati 18 mila alberi

San Donà. Convegno oggi alle 14.30 al Consorzio di bonifica per fare il punto dell’iniziativa

SAN DONÀ. Il progetto sperimentale dei “Boschi da energia” di San Donà sarà al centro di un importante convegno che si terrà oggi alle 14.30, nella sede del Consorzio di bonifica, in piazza Indipendenza. Sarà l’occasione per fare il punto sull’iniziativa, a cinque mesi dall’attuazione della prima fase del progetto, con l’avvenuta piantumazione di 18 mila alberi su circa 5,5 ettari di terreni di proprietà comunale in periferia.

Il progetto è nato da un’idea del Rotary Club e si è sviluppato con la collaborazione del Comune, di Veritas e della società Forrest. Si tratta di un’esperienza che vede uniti il pubblico e i privati in una riqualificazione ambientale, in grado di generare reddito da utilizzare per scopi sociali.

I “Boschi da energia” sono aree boscate tagliate a ciclo veloce (ogni 5 anni), per poi ricrescere a formare un nuovo bosco, che sarà nuovamente tagliato e così via, garantendo legno da usare nelle centrali di Veritas per produrre energia termica ed elettrica rinnovabile e a km zero. Il vantaggio è anche per il Comune, che si trova ad avere aree verdi curate e gestite dalle aziende, senza oneri.

Ma il progetto ha pure un importante risvolto sociale. Grazie ai contributi dei vari partner, il Rotary Club ha potuto prevedere delle borse di studio per studenti meritevoli delle scuole superiori del territorio. Al termine del convegno di oggi, intorno alle 18, vi sarà la proclamazione dei vincitori delle borse di studio. Nell’ambito dello stesso progetto Veritas mette a disposizione ogni anno alcuni stage in azienda per gli studenti. Al convegno parteciperanno, tra gli altri, Beppe Provasi di Forrest, l’agronomo Andrea Di Paolo, Giustizio Mezzalira di Veneto Agricoltura e il professor Scipioni dell’Università di Padova.

Giovanni Monforte