Foto osé in cambio di un lavoro condannato per tentata violenza

di Rubina Bon

Un finto imprenditore friulano aveva costretto una ragazza a inviare gli scatti via WhatsApp l’aveva poi minacciata di pubblicarli su Facebook se non avesse acconsentito a un incontro intimo