Portogruaro, raid razzista contro i giovani profughi 

di Rosario Padovano

Chiamati i carabinieri domenica sera in viale Trieste, tre persone al pronto soccorso 

PORTOGRUARO. Aggressione razzista per strada.

È accaduto ieri sera a Portogruaro in viale Trieste, dove un gruppo composto da una decina di persone di età tra i 30 e 40 anni ha aggreddito due giovanissini richiedenti protezione internazionale che uscivano da un supermercato.

Da una prima ricostruzione dei fatti il gruppo, sembra composto da tifosi non del luogo, si è avvicinato, attraversando la strada, ai due ragazzi africani (uno dei quali minorenne), e dopo averli insultati con frasi tipo "negri figli di p....." li ha aggrediti con pugli, schiaffi e calci.

Stessa sorte per un altro profugo che era accorso per difendere i due amici con i quali è fuggito verso l'abitazione di via da Vinci dove sono ospitati.

Gli aggressori li hanno quindi inseguiti lanciando contro di loro tubi di plastica e pezzi di tavole di legno raccolti per strada fino sul giardino dell'abitazione. All'apparire degli altri richiedenti protezione internazionale si sono ritirati per andarsene con le loro auto.

I vicini di casa hanno chiamato i Carabinieri che sono intervenuti sul posto e quindi raccolto le testimonianze sull'accaduto. I tre ragazzi africani sono stati visitati al Pronto Soccorso che ha riscontrato in tutti contusioni al volto, alle braccia e alla nuca con una prognosi di 10,15 e 30 giorni nel caso più grave (infrazione al naso).

A seguito di questo episodio di violenza razzista l'Associazione Migranti organizzerà nei prossimi giorni adeguate iniziative di risposta.