Rizzo segretario del sindaco, è polemica

Jesolo. L’ex assessore e consigliere si dimette e lascia il posto a Bacchin. Una nomina contestata

JESOLO. Luigi Rizzo si dimette dal Consiglio comunale e diventa segretario particolare del sindaco ex articolo 90. Entrano così i tosiani in Consiglio, mentre divampa la polemica. Al posto di Rizzo siederà ora Stefano Bacchin 45enne di Jesolo, sposato, due figlie, imprenditore artigiano. «Il mio impegno nei prossimi anni di amministrazione con il sindaco Zoggia», ha detto, «è di integrare con le mie esperienze di vita la commissione e il Consiglio, naturalmente portando avanti le idee e i progetti costruiti negli incontri pubblici. Sarà un mio impegno gettare le basi per “la via del mare” , la rivalutazione di Cortellazzo, le piste ciclabili e lavorare per la soluzione dei problemi dell’imprenditoria».

Ma è sul nuovo incarico a Rizzoche si concentrano ora le polemiche. «Mi chiedo come farà a spiegare ai suoi elettori questa scelta», attacca Mirco Crosera, «visto che si evidenzia questo obiettivo ora centrato di entrare nella segretaria particolare del sindaco, con uno stipendio sicuro di circa 1. 300 euro al mese».

Critiche lievi, ma dirette anche dall’opposizione rappresentata da Jesolo Bene Comune, con Lucas Pavanetto e Cristopher De Zotti, i quali parlano di una sorta di assessore aggiunto nel caso di Rizzo: «L’articolo 90 è legittimo e previsto dalle norme, ma è anche vero che è una facoltà per l’amministrazione. Non entriamo nel merito della scelta, ma evidenziamo che la nomina di un membro della giunta precedente sia ingombrante e rischi di farlo apparire come un sesto assessore. Infine, visto il momento storico, crediamo che l’amministrazione potrebbe limitarsi alla nomina di un solo articolo 90, per destinare le risorse ad altri progetti e investimenti».

È infatti in previsione anche la conferma di un secondo segretario. Il sindaco Valerio Zoggia difende la scelta: «Gli articoli 90 ci sono sempre stati in passato e molti dovrebbero ricordarlo. Io potevo, per il Comune di Jesolo, averne addirittura tre nella segreteria. Rizzo ha notevole esperienza, maturata già come assessore nella mia precedente giunta e la sua figura sarà fondamentale a maggior ragione per l’amministrazione anche nella mia segretaria. È stato eletto come consigliere comunale», conclude il primo cittadino, «non poteva essere più in giunta nel rispetto delle quote rosa e ha fatto questa scelta di coerenza e operatività che lo vedrà ancora figura importante nell’amministrazione di Jesolo».

Giovanni Cagnassi