Schianto all'incrocio, diciassettenne è gravissimo

di Filippo De Gaspari

La sua moto è piombata come un razzo contro un'auto del Comune di Mirano. Sottoposto a un delicato intervento chirurgico, la sua prognosi è riservata. Indagini per capire chi non ha rispettato il semaforo rosso. 

MIRANO. Schianto tremendo all’incrocio contro l’auto del Comune, poi il volo sull’asfalto. Versa in condizioni gravissime un motociclista diciassettenne di Trebaseleghe (Padova), finito poco prima delle 14.30 contro una vettura in uso agli uffici tecnici comunali di Mirano.
 
L’incidente è avvenuto all’incrocio cosiddetto “delle Canossiane”, tra le vie Mariutto, Parauro e Villafranca. Sulla dinamica del sinistro stanno lavorando gli uomini della polizia locale del Miranese, che hanno effettuato i rilievi sul posto fino a pomeriggio inoltrato.
 
Secondo una prima ricostruzione uno dei due conducenti non ha rispettato il rosso al semaforo: i testimoni parlano della moto del minorennefinita come un proiettile contro l’auto in mezzo all’incrocio, a bordo della quale si trovavano tre dipendenti comunali, un uomo e due donne.
 
L’ambulanza del Suem, partita dall’ospedale di Mirano che dista poche centinaia di metri dal luogo dell’incidente, è intervenuta subito: il giovane è stato intubato e trasportato a sirene spiegate in sala chirurgica dove è stato sottoposto a un delicato intervento. Ora si attende il decorso post-operatorio. I medici si sono riservati la prognosi.
 
Ferita, ma in modo più lieve, una dipendente del Comune, B.M., miranese, passeggera dell’auto, illesi invece gli altri due colleghi a bordo, tra cui il conducente, F.B.
 
©RIPRODUZIONE RISERVATA