Coppia salvata sui monti dalle foto via whatsapp

di Rubina Bon

Due mestrini si sono persi sulle Dolomiti a causa di un temporale. Ritrovati grazie alle immagini che hanno inviato al Soccorso alpino

CORTINA. Individuati dai soccorritori grazie alle fotografie che immortalavano il punto in cui si trovavano. Sabato una coppia di cinquantenni di Mestre è stata sorpresa dal temporale durante un'escursione sulle Dolomiti bellunesi. 
 
L'allarme è scattato alle 17.20 quando il 118 ha richiesto l'intervento del Soccorso alpino di Livinallongo. In contatto telefonico, i due mestrini avevano detto ai soccorritori di essere partiti dal Rifugio Padon, di aver seguito il sentiero 636 e di dover proseguire per Col d'Ornella, ma di aver perso la traccia a causa del temporale e di non sapere dove si trovavano. Inizialmente è stato molto complicato riuscire a capire dove erano. Il sistema di “triangolazione” con cui la centrale del 118 può risalire al punto da cui parte la telefonata, sembrava fare le bizze.
Individuato col Gps turista veneziano ferito a un ginocchio
 
Poi l’idea di un operatore, che si è rivelata decisiva: «Inviateci qualche foto del punto in cui siete e di quello che vedete attorno a voi». Detto fatto. I due mestrini hanno inviato via whatsapp alcune immagini al telefono dell’operatore radio del soccorso alpino, il quale le ha girate ai responsabili della squadra di soccorso.
 
In pochi secondi i volontari sono riusciti, proprio dalle immagini inviate, a individuare la zona dove la coppia aveva trovato rifugio, zona confermata quando finalmente la centrale del 118 è riuscita a risalire alle coordinate dell’apparecchio da cui era partita la telefonata di soccorso.
La coppia era sui prati del Mont de Foppa, a 2.000 metri di quota. Una squadra del Soccorso Alpino è partita e ha raggiunto i due. I soccorritori hanno verificato che stavano bene, pur essendo bagnati dal temporale. Il personale del Soccorso Alpino ha riaccompagnato la coppia a valle. L'intervento si è concluso alle 21. 
 
©RIPRODUZIONE RISERVATA