mira 

Muore sotto gli occhi della moglie

Escursionista di 59 anni ha un malore durante una camminata

MIRA. Va a fare una camminata in montagna ad alta quota e muore stroncato da un malore. Questo quello che è successo a Stefano Baldan 59 anni di Mira che ieri pomeriggio stava rientrando da una passeggiata al Rifugio Talamini con la moglie e altri famigliari verso Zoppè di Cadore. Stefano Baldan arrivato lungo la strada forestale all’altezza del bivio per il rifugio Venezia, si è improvvisamente accasciato al suolo colto da malore e non si è rialzato.

Immediatamente sono scattati i soccorsi allertati da chi era sul posto. È stato allertato così in pochi minuti il 118, e sul posto è stato inviato l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Dall’elisoccorso sono sbarcati un tecnico,un infermiere e medico. I soccorritori hanno tentato a lungo di rianimare Stefano Baldan ma purtroppo per il mirese di 59 anni, non c’è stato nulla da fare.

Il soccorso alpino della Valle di Zoldo ha accompagnato sul posto il carro funebre per trasportare la salma nella cella mortuaria. Sul posto in serata sono arrivati da Mira anche altri familiari, per dare coraggio alla moglie che è piombata in uno stato di shock per quello che è accaduto e per questo è stato necessario un intervento di una psicologa del soccorso alpino per cercare di calmarla. I funerali si Stefano Baldan si terranno nei prossimi giorni a Mira dopo il via libera della magistratura. (a. ab.)