IN AEROPORTO

Trasporta farmaci ricercati dai tossicodipendenti, bloccato al Marco Polo

Indiano di 49 anni fermato lunedì dalla Polaria: era ricercato dalle autorità austriache

TESSERA. Oltre 34 mila capsule di un potente antispastico, capace di provocare forti allucinazioni e dipendenza, erano nascoste nella valigia di un cittadino indiano bloccato all'aeroporto Marco Polo di Tessera lunedì dagli agenti della Polaria. Il farmaco "Spasmo Proxyvon Plus" viene utilizzato dai giovani consumatori di sostanze stupefacenti per il basso costo e il cittadino indiano aveva nascosto 34.560 capsule suddivise in 1.440 blister in valigia assieme a 61 pacchi di tabacco da masticare (in tutto, 976 confezioni da 12 grammi).

L'uomo era di passaggio all'aeroporto di Tessera, diretto in un'altra zona d'Italia, tra Piemonte e Lombardia. Proveniva da un volo proveniente da Istambul, in Turchia, ma ai controlli dei poliziotti è emerso che l'indiano era destinatario di un provvedimento di cattura delle autorità giudiziarie austriache che ne richiedevano l'arresto con successiva estradizione in quanto ricercato per i reati di produzione, vendita e acquisto illecito di sostanze stupefacenti. E così il suo viaggio in Italia si è interrotto nella terraferma veneziana e l'uomo è stato trasferito al carcere di Santa Maria Maggiore, a Venezia.