È rosa il primo fiocco al Punto nascita riaperto 

Portogruaro. Alle 5.11 di mattina di ieri è nata con parto naturale la piccola Ariel Felici mamma Lisa e papà Kevin di San Michele. I complimenti del Dg Bramezza

PORTOGRUARO. A otto giorni dalla riapertura, come annunciato, ecco la prima nata nel reparto di Ostetricia e Ginecologia. È venuta al mondo, attorno alle 5 del mattino di ieri, Ariel, figlia di una coppia di San Michele formata da mamma Lisa e da papà Kevin, già al terzo bambino.

Emozionatissimi, hanno ricevuto i complimenti di Carlo Bramezza, direttore generale dell’Usl 4, che si è presentato in reparto ieri mattina donando a mamma Lisa un mazzo di fiori. Congratulazioni sono giunte da più parti, in particolare dal mondo politico. Mamma e bimba stanno benissimo. La neonata gode di ottima salute, si chiama Ariel come una sirenetta dei cartoni animati; è lunga 51 centimetri e pesa 3, 870 chilogrammi. Il travaglio è durato tre ore, il parto è stato naturale. La mamma è stata assistita dalle ostetriche Rosa Baldassarre ed Eva Gruarin.

«È stato un parto naturale, senza intoppi», ha spiegato Pier Giuseppe Flora, direttore del dipartimento materno infantile dell’Usl 4, «la bambina sta benissimo. È meravigliosa, una principessa». Subito dopo il parto sono state messe in pratica la “skin to skin” e la “rooming in”.

Si tratta di due pratiche adottate dal Punto nascita di Portogruaro. La modalità “skin to skin”, ovvero pelle a pelle, permette al neonato adagiato sul petto della madre subito dopo la nascita, di riconoscerla attraverso i sensi, in particolare l’olfatto. Dopo la pulizia si adotta per il neonato il “rooming in”, ovvero si porta la bambina nella camera della mamma. E a proposito la signora Lisa ha ringraziato l’equipe del Punto nascita.

«Ho eseguito a Portogruaro tutte le visite previste in gravidanza, pertanto», ha detto, mi sentivo in dovere di partorire qui. Speravo che il reparto riaprisse presto. Tutto è andato bene, ringrazio tutti».

Congratulazioni sono state espresse dal governatore del Veneto, Luca Zaia, dal consigliere regionale Fabiano Barbisan, e anche dal sindaco di Portogruaro, Maria Teresa Senatore, che è andata in ospedale a parlare con i genitori della piccola. Da qui ai prossimi giorni sono previsti nuovi parti. E intanto, nel vicino reparto di Pediatria (ma anche per Ostetricia) è disponibile da ieri un nuovo servizio, il “Libro parlato Lions”.

Al personale di reparto è stato consegnato un tablet che mette a disposizione delle mamme e dei bambini oltre novemila titoli, dai classici alla narrativa, alle fiabe. A leggere il libro sarà una voce elettronica del tablet; i racconti e i capitoli possono essere ascoltati da mamme e bambini attraverso un paio di cuffie fornite dal reparto.

Rosario Padovano

©RIPRODUZIONE RISERVATA.