problemi di linea da due giorni

Telefono e internet Cavallino resta isolata

CAVALLINO. «Il litorale di Cavallino-Treporti è isolato da due giorni da internet e dalla linea telefonica. I blackout si sono susseguiti da quando si lavora in diversi cantieri all’installazione...

CAVALLINO. «Il litorale di Cavallino-Treporti è isolato da due giorni da internet e dalla linea telefonica. I blackout si sono susseguiti da quando si lavora in diversi cantieri all’installazione della fibra ottica». Telefono muto e linea internet senza segnale in modo alternato per giornate intere da più di un mese, provocando grossi problemi alle attività in apertura di stagione. È la lamentela di diversi cittadini privati e titolari di attività commerciali e turistiche nei centri abitati di tutte le frazioni di Cavallino-Treporti.

Dal primo pomeriggio di mercoledì si è verificato il blackout più preoccupante perché ha mandato e continua a lasciare in isolamento la maggior parte del litorale, non risparmiando aree enormi. Moltissimi residenti hanno segnalato ai rispettivi gestori telefonici e internet il disservizio, ma poche sono state le risposte risolutive e, soprattutto, il disagio continua a manifestarsi anche dopo gli interventi di ripristino delle scorse settimane. Una situazione che aveva impensierito anche il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Francesco Monica, che una settimana fa aveva voluto fare il punto della situazione con il gestore della linea internet del litorale, finora senza una risposta soddisfacente.

«Che il vicesindaco, che giorni fa aveva minimizzato il problema ora intervenga in modo risoluto», auspica a nome dei cittadini che protestano, Matteo Scarpa del comitato “Più Democrazia”,«anche ieri, per l’ennesima volta in giro di pochi giorni, riscontriamo seri problemi alla linea telefonica. Quello che doveva essere un evento singolo, si sta manifestando ripetutamente. Sono andati fuori uso la linea del telefono fisso, adsl e anche la rete dei telefoni cellulari. Un problema esteso a gran parte del litorale che ha colpito prevalentemente le zone di Ca’ Savio e Treporti. Ad oggi il problema è ancora irrisolto, con disagio dei cittadini e danno per le attività economiche. Che l’amministrazione si attivi prima del 2 giugno chiedendo agli operatori di rete quale sia la causa di queste continue interruzioni di servizio e se questa sia dovuta a criticità della linea o, visto anche il numero di cantieri aperti, se in maniera diretta o indiretta, ai lavori di posa dei cavi telefonici o della fibra ottica».

Francesco Macaluso

©RIPRODUZIONE RISERVATA