Trovato senza patente investe due vigili

di Giovanni Cagnassi

San Donà. L’uomo era con il figlio minorenne e ha minacciato di gettarsi con l’auto nella scarpata ma è stato fermato

Due vigili sandonatesi travolti a un posto di blocco in via Formighè nella direzione di Ceggia. È accaduto ieri sera verso le 19 e adesso un 46enne di Torre di Mosto è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, ma verrà valutata dal magistrato anche l’ipotesi di oltraggio e lesioni.

L’uomo è stato fermato da due agenti del comando di San Donà durante controlli in via Formighè, ed è risultato senza patente perché gli era stata precedentemente ritirata. I controlli erano stati organizzati per motivi di sicurezza.

L’uomo, che viaggiava su un furgoncino sette posti “Kangoo”, ha accampato la scusa di dover portare il figlio minorenne, che era con lui, al pronto soccorso, ma non è stato creduto. Allora ha reagito in modo alquanto squilibrato. Ha compreso la gravità della sua infrazione e ha perso letteralmente la testa. “Me coppe”, ha gridato mettendo in moto l’auto improvvisamente, pronto a svoltare verso la scarpata e gettarsi dentro. I due agenti, che stavano effettuando controlli lungo la strada in cui la circolazione è ammessa ai soli residenti, hanno cercato di fermarlo con il loro corpo, ma sono stati travolti subendo delle lesioni in varie parti del corpo. Sono stati attimi di panico e forte tensione, ma hanno impedito che commettesse un gesto che poteva essere tragico per lui e per il figlio minorenne che si trovava a bordo.

Tutti e quattro alla fine sono stati portati al pronto soccorso dell’ospedale di San Donà. Gli agenti, per le varie contusioni ed escoriazioni, fortunatamente non gravi. I due, padre e figlio minorenne, per la forte tensione e paura che li ha colpiti dopo quanto vissuto in quei pochi minuti.

Gli agenti sono stati visitati ieri sera al pronto soccorso, ma fortunatamente non sono in gravi condizioni e si rimetteranno presto, anche se hanno rischiato molto. La prognosi è stata rispettivamente di 10 e 20 giorni. Sono adesso in corso altri accertamenti sull’episodio anche perché l’uomo guidava senza patente e ha opposto resistenza agli agenti, probabilmente in un momento di grande paura e alterazione che gli costeranno molto cari per le infrazioni commesse che vanno ad aggiungersi alla già grave guida senza patente. I controlli della polizia locale sono allargati a tutto il territorio. Ormai ogni settimana fermano automobilisti senza patente, con assicurazione scaduta o falsa, senza revisione. Senza contare i tanti autotrasportatori che non rispettano i rigidi tempi di riposo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA