’Ndrangheta e aziende truffate sono venti gli indagati veneziani

di Rubina Bon

Bastavano cinquemila euro per pagare le “teste di legno” messe alla guida delle ditte in crisi acquisite per riciclare soldi sporchi e ordinare prodotti che poi non venivano pagati ai fornitori