Banditi in fuga a Spinea, i carabinieri sparano in aria

di Filippo De Gaspari

Il video testimonia l'assalto al bancomat di viale Viareggio nella notte tra mercoledì e giovedì

SPINEA. I banditi in ritirata con l'auto, la polvere dell'estintore contro i carabinieri per coprirsi la fuga e i militari che sparano un colpo, urlando più volte: "Fermi, fermi". Un video registrato con il telefonino da un residente del Villaggio dei Fiori immortala i momenti più concitati dell'assalto al bancomat di Veneto Banca, la notte tra mercoledì e giovedì, in viale Viareggio a Spinea.

Spinea, assalto alla banca: spari e urla

Sono circa le 3 di notte e l'uomo, che vive in un appartamento dei condominio di fronte la filiale, viene svegliato, come tutti, da due boati: sono le cariche esplosive piazzate dai banditi allo sportello automatico della banca. Qualcosa però va storto. Scatta l'allarme, arrivano i carabinieri di Spinea in servizio sul territorio e ai malviventi non resta che la fuga precipitosa. Nel video, pubblicato da "Il Sestante News", si vedono chiaramente i banditi salire di corsa in auto, partire a tutta velocità e scaricare l'intero contenuto dell'estintore verso il portico, cosparso di detriti dopo l'esplosione del bancomat.

Spinea, Noale, San Donà: tre bancomat fatti esplodere nella notte e sparatoria con i carabinieri

È da lì che arrivano, correndo, i carabinieri, intimando ai banditi di fermarsi. I militari imbracciano mitragliette e pistole, parte anche un colpo a scopo intimidatorio, poi desistono per non creare pericolo ai residenti richiamati fuori dal trambusto. «I carabinieri in strada hanno avvisato tutti di rientrare nelle case», racconta il residente, «nel frattempo è sopraggiunta un'altra pattuglia ed è partito l'inseguimento». Mezz'ora prima, forse la stessa banda, aveva tentato l'assalto anche al bancomat dell'Antonveneta a Noale. Nella stessa notte colpita anche la Volksbank a San Donà, in questo caso con un bottino di 30 mila euro.