Segue in diretta web il furto nel suo bar

di Alessio Conforti

Portogruaro. Il titolare era collegato da casa con il sistema di videosorveglianza. Ha lanciato l’allarme ma il ladro è fuggito

PORTOGRUARO. Il ladro entra in azione nel suo bar e il titolare, da casa, vede in diretta l’incursione grazie alle immagini di videosorveglianza. Ma il malvivente, all’arrivo dei carabinieri, aveva già fatto perdere le sue tracce.

È accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì al bar La Terrazza di via Liguria 19, nel rione Beata Maria Vergine. Una persona, servendosi con tutta probabilità di un martello, rompe la vetrata dell’esercizio commerciale entrando all’interno e facendo sparire il cambiamonete, sollevandolo di peso come si vede dalle immagini interne del bar.

Sono all’incirca le 2.30 e l’incursione dura venti secondi in tutto. Il tempo di scassinare l’entrata, prendere l’oggetto utilizzato per permettere il gioco alle slot machine ed uscire dandosi alla fuga. Da capire se all’esterno vi fosse un complice che potrebbe aver fatto da palo al ladro, aiutandolo a portar via l’ingombrante portamonete, magari all’interno di un’auto. Il titolare del bar La Terrazza, Cristian Martin, era nella sua abitazione, in una frazione di San Michele al Tagliamento, quando l’allarme a cui è costantemente collegato da casa gli lancia il segnale di intrusione. Il tempo di accendere il computer e in un lampo ha potuto verificare dal monitor l’azione criminale, chiamando immediatamente i carabinieri di Portogruaro. Ma il ladro era riuscito a fuggire prima dell’arrivo dei carabinieri, che dopo un sopralluogo, hanno subito avviato le indagini.

Sul posto è arrivato anche il titolare, che di persona ha potuto verificare quanto poco prima aveva visto tramite il circuito di sorveglianza interna. Constatando, soprattutto, il relativo danno. «Quando ho sentito l’allarme e ho visto quanto stava accadendo ho subito chiamato il 112», spiega Cristian Martin, «precipitandomi poi io stesso con l’auto a Portogruaro. Il furto con scasso ammonta a circa 4mila euro totali se si considera che il cambia monete ha un valore di 2mila euro. Al suo interno vi erano circa mille euro e poi c’è la porta d’ingresso del bar danneggiata e da cambiare, la cui sostituzione costa circa 1000 euro». Il danno è assicurato da copertura e ieri mattina il titolare ha denunciato il fatto ai carabinieri, mettendosi già al lavoro per ripristinare il locale danneggiato. Il bar in questione è molto frequentato dai residenti e si trova in una zona molto popolata, a ridosso della strada principale che conduce all’ ospedale cittadino. Tuttavia non è la prima volta che l’attività commerciale riceve una simile visita: l’ultima volta è stata nemmeno un mese fa. E il modus operandi, anche in quel caso, era stato simile. «Io credo siano sempre gli stessi che hanno agito lo scorso 8 dicembre», rileva ancora Cristian Martin, «anche se quella volta il danno è stato superiore, all’incirca di 7 mila euro, a seguito del cambiamonete più grande e costoso di quello portato via in questa occasione».

©RIPRODUZIONE RISERVATA