san michele

Trova i ladri in casa: "Credevamo fosse un hotel"

di Alessio Conforti

I carabinieri arrestano una "batteria" di quattro topi d'appartamento: sono tutti parenti fra loro

SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO. Una banda di ladri trasfertisti, senza fissa dimora, è stata arrestata dai carabinieri ieri sera a San Michele al Tagliamento, nella frazione di Cesarolo, per tentato furto in abitazione.
 Grazie a due tempestive segnalazioni i militari dell'arma hanno stretto le manette ai polsi di quattro persone, tutte tra i 19 e i 44 anni, alti e di corporatura muscolosa. Gli arrestati sono Roman Stojka, Robert Stojka, Josef Lakatos e Filip Lakatos, tutti parenti tra loro. Due erano entrati in azione tentando il furto in un abitazione e gli altri due attendevano i complici in auto facendo da palo. Grazie alle segnalazioni dei residenti il commando è stato arrestato in un blitz congiunto dei carabinieri di Bibione e San Michele al Tagliamento.
In particolare uno dei padroni di casa se li è trovati in giardino. Alla richiesta di spiegazione i due ladri hanno spiegato di aver scambiato l’abitazione per un albergo e di stare cercando il personale. La favoletta non ha retto e il padrone di casa ha chiamato i carabinieri.
 I quattro, 3 cechi e uno slovacco, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Pordenone sono stati rinchiusiin attesa della celebrazione del rito direttissimo. Solo il più anziano e massiccio del gruppo è risultato gravato da precedenti penali sempre per furto. Incensurati gli altri 3.