Il caso

Radicchio, quattro clandestini al lavoro

Erano sfruttati da una cooperativa agricola di Verona che operava in appalto per una ditta di Scorzè