Jesolo estasiata per Fede «La mia città preferita»

di Francesco Macaluso

La campionessa di nuoto entusiasma tutti per la sua bellezza e la sua semplicità «D’accordo con la mia famiglia ho chiuso con i tatuaggi, ne ho già undici»

JESOLO. «Le prime bracciate da bambina le ho fatte sul mare di Jesolo, città prediletta delle mie vacanze». In forma smagliante Federica Pellegrini ha fatto il suo arrivo puntuale al Casabianca Cafè affacciato sulla piazzetta omonima a bordo di un Suv Bmv guidato dal suo storico amico jesolano, Matteo Rizzante. Increduli gli avventori del locale al passaggio della “Fede Nazionale” fasciata di un vestito blu con una rosa sotto la spalla destra, ondeggiano sinuosa come una sirena sui dei sandali a spillo pieni di strass. È apparsa come una visione di rara bellezza, altissima, la campionessa rimasta nell’immaginario collettivo di tutti come la regina incontrastata del nuoto, prima atleta nella storia a salire sul podio mondiale nella medesima disciplina per sei edizioni consecutive.

È arrivata puntuale poco dopo le 19, accompagnata dai suoi genitori, il papà Roberto e la mamma Cinzia. La campionessa Pellegrini è stata accolta dal sindaco Valerio Zoggia che le ha voluto consegnare un libro dedicato a Jesolo. In poco tempo l’atmosfera si è fatta affettuosa ma anche intima. Fede, come tutti la chiamano amichevolmente per farle uno scatto o un autografo, si è presentata con il sorriso della ragazza della porta accanto, disponibile e paziente ad ogni risposta. «Definirlo un onore avere un pezzo di lungomare intitolato sarebbe riduttivo», ha confessato emozionata, « Jesolo sono legati tantissimi ricordi fin dall’infanzia, per me e la mia famiglia è una tappa fissa delle vacanze estive, dalle prime bracciate in mare alle feste, alle fughe per divertirmi con i miei amici in ogni momento di relax». «A Jesolo ho fatto anche alcuni degli 11 tatuaggi che ho sul corpo, anche se con questo capitolo, d’accordo con la mia famiglia, l’ho chiuso a dicembre con l’ultimo tatuaggio dedicato alla mia gatta Mafalda».

«Proprio a Jesolo l’unica volta che abbiamo portato la mia gatta in vacanza ci è scappata. L’abbiamo ritrovata dopo alcuni giorni impaurita, decidendo poi che non l’avremmo mai più spostata dalla sua casa d’origine». Poi la campionessa di Spinea si è lasciata andare annunciando di essere in partenza stamattina per Las Vegas con la sua famiglia per festeggiare il 30º anniversario di matrimonio fra la mamma Cinzia e il papà Roberto. «È la mia ultima settimana di riposo», ha raccontato, «prima di riprendere gli allenamenti a Verona il 7 settembre, seguiti dalle gare collegiali a Saint Vincent, a Livigno prima dei campionati europei su vasca corta che aumenteranno la preparazione fino alle Olimpiadi di Rio».

Tornando al tema matrimonio non si è sbilanciata riferendosi a Filippo Magnini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA