Appartamento occupato in via Bafile: dentro droga, refurtiva e arnesi da scasso

Il blitz della polizia locale su segnalazione di un cittadino. Trovati due diciannovenni clandestini che dormivano: per loro raffica di denunce

JESOLO. Appartamento disabitato in via Bafile, lo occupano due clandestini. A scovarli, la polizia locale di Jesolo, domenica 5, che ha risposto a una segnalazione giunta alla sala operativa da parte di un cittadino. Quando gli agenti sono giunti nella palazzina in via Bafile, con affaccio su via Volta, hanno trovato davanti all’ingresso al piano terra due paia di scarpe e la porta d’ingresso con dei chiari segni di effrazione.

Una volta entrati, i vigili hanno scoperto un appartamento senza mobilia e in una stanza due giovani stranieri accampati per terra con mezzi di fortuna che dormivano. Vicino a loro dei mozziconi di sigaretta e due involucri con 50 grammi di hashish e 46 grammi di marijuana. A terra anche un coltello da cucina, dei cacciaviti, un avvitatore, pinze e martello e appoggiati poco lontano pure due televisori a schermo piatto e uno stereo, merce probabilmente rubata in qualche appartamento che i due avevano ripulito la notte precedente.

Alla richiesta di spiegazioni sul perché si trovassero all’interno dell’appartamento disabitato, i due giovani hanno spiegato di averlo scelto come riparo notturno di fortuna. Entrambi erano sprovvisti di documenti e, dichiarandosi minorenni, è stato necessario condurli in Questura per sottoporli a rilievi fotografici e al rilievo delle impronte digitali dalle quali è emerso che erano già stati identificati nel giugno scorso e arrestati dalle Volanti della Questura per un tentato furto in concorso. I due, entrambi 19enni, sono risultati essere di nazionalità algerina e irachena e sono stati denunciati per invasione di terreni ed edifici, ricettazione, introduzione nello stato di prodotti falsi, detenzioni di arnesi da scasso, porto abusivo di prodotti atti ad offendere, oltre che per immigrazione clandestina.