Aprilia, scooter e moto in ripresa

Noale. Primi segnali positivi nel 2014. Continua invece la crisi per i cinquantini

NOALE. Sempre in difficoltà i cinquantini, mentre le moto continuano a segnare numeri positivi. Aprilia resta dietro alla casa madre Piaggio. Questi i dati delle immatricolazioni di febbraio registrate dal Ministero dei Trasporti. Così si scopre che la casa di Noale, con lo Scarabeo 50 2T, è sempre dietro al Liberty 50 Rst 4T della casa di Pontedera, che occupa pure la terza posizione con il Liberty 50 Rst 2T. Nella classifica dei venti più venduti, lo Scarabeo 50 4T 4V di Aprilia occupa la nona piazza, quando a gennaio era ottavo, mentre crolla al ventesimo posto l’Aprilia Sr 50 R, che il mese prima si trovava tredicesimo. Per i cinquantini il calo permane, con 1.575 registrazioni e un meno 17,9 per cento.

Insomma, anche in questo 2014 non si avvertono cambi di rotta rispetto a quanto successo negli ultimi anni. In generale, da inizio anno il mercato degli scooter sotto i 50 centimetri cubici di cilindrata ha subito una frenata del 18,44 per cento rispetto allo stesso periodo del 2013. Altro andamento per le moto e i per i veicoli sopra i 50 centimetri cubici, che mostrano una un’inversione con un più 10,2 per cento; in particolare gli scooter registrano un più 6,5 per cento, mentre le moto arrivano a un più 15,1 per cento. «Finalmente i timidi segnali positivi degli ultimi mesi» dice il presidente di Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori) Corrado Capelli «si traducono in una ripresa delle vendite di moto e scooter. Rimane la necessità di riforme strutturali che garantiscano all’Italia di essere stabili e la ripresa per il nostro settore industriale nel suo insieme». Ma in Aprilia sperano di avere un aumento dei volumi nei prossimi mesi, grazie all’accordo fatto tra azienda e sindacati a fine gennaio. Accordo che guarda anche la voce investimenti, con 8 milioni da mettere per la moto Rsv4, con l’entrata in produzione nel primo trimestre 2015; questo significa che tra Noale e Scorzè punteranno su un settore che in questo momento sembra in rilancio, oltre a mettere sul mercato un nuovo Scarabeo per quest’anno. Altri 7 milioni di euro andranno per la Superbike, viatico per la Moto Gp, dove ci si vuole presentare per il campionato del 2016. Inoltre ci sarà lo sviluppo di nuovi prodotti e motori. Per i prossimi mesi, si punta a una crescita dei volumi, magari portandoli a quasi 30 mila contro i circa 25 mila dello scorso anno.

Alessandro Ragazzo

©RIPRODUZIONE RISERVATA