Murati gli accessi dell’ex Umberto I, nuovi sgomberi della polizia

Gli agenti del commissariato hanno fermato 15 stranieri senza dimora. Si tratta di romeni, bulgari e tunisini

MESTRE. Ancora uno sgombero dell’ex ospedale Umberto I. A ventiquattro ore dal blitz compiuto dai carabinieri , mercoledì, la polizia è tornata all’interno di quanto resta dell’ex ospedale. Trovati otto stranieri, tutti senza fissa dimora e già allontanati dallo stabile il giorno prima. La polizia è tornata con i muratori per far chiudere gli accessi all’edificio. Gli otto stranieri sono stati nuovamente allontanati e, trascinando le valigie, se ne sono andati nei vicini giardinetti.

Ma la polizia non ha controllato solo l’ex ospedale, infatti ha fatto irruzione anche in uno stabile di piazzale Bainsizza e poi a Forte Marghera. Nel primo stabile hanno trovato due stranieri e altri otto sono stati fermati al forte. Qui è stato identificato anche un italiano finito in strada dopo aver perso il lavoro. Tutti sono stati identificati dagli agenti del commissariato. Per quattro di loro è scattata la denuncia perché clandestini.