San Donà spiana i Medicei. Mogliano in ritardo

Rugby Eccellenza. Bauer impreziosisce la vittoria Lafert. Biancoblù a lungo fuori partita con il Petrarca

SAN DONÀ.. Bella risposta della Lafert dopo la stecca tirata alla prima giornata: in casa i biancocelesti confezionano un match di tutto rispetto, lavorando ai fianchi gli spigolosi Medicei nella seconda metà del primo tempo per affondare poi svariati colpi nel secondo, chiuso con il parziale di 28 a 7.

Partono forte i toscani di coach Presutti, che al 4’ concretizzano un buon lavoro in pressione fiondando in meta l’ex rodigino Lubian. La Lafert si scuote e comincia a giocare meglio in attacco, trovando il penalty di Ambrosini al 16’ subito però pareggiato da quello di Newton. La partita sandonatese comincia a farsi seria di lì in poi, con un livello generale che si alza lasciandosi indietro quello ospite, affidato troppo alla fisicità degli avanti.

Dominante sui punti d’incontro, prima Van Zyl al 25’ e poi Ambrosini al 36’ scavano il gap che manda le squadre a riposo sul parziale di 15 a 10. Al rientro la Lafert scatena l’asse sudafricano: Van Vuren è uomo-ovunque sui punti di collisione, mentre Bauer dimostra tutta la sua mobilità fuori dal pack trovando la doppia marcatura a cavallo dei minuti 42 e 48, con Ambrosini preciso alla conversione. Sopra di 19, San Donà si ammorbidisce un po’ lasciando spazio alla meta di Fusco al 55’, poi però le redini tornano saldamente in mano ai padroni di casa: Van Zyl va in doppietta al 60’ strappando applausi a scena aperta ad un pubblico che capisce di aver trovato uno in grado di fare la differenza, dall’altra parte I Medicei sono già abbondantemente fuori dalla gara.

Nel finale il monologo è sempre veneto, con acuto del giovane Bardella che subentrato a Van Zyl ne raccoglie al meglio il testimone marcando il 43 a 17 che chiude la contesa.

Gianluca Galzerano