Sinigalia e Straniero arrivano al Gs Carabinieri

di Simone Bianchi

Scherma. Le due fiorettiste rinforzano un gruppo che conta già Errigo e Borella Il maestro della squadra è il mestrino Fabio Galli: «Puntiamo al titolo italiano»

MESTRE. Le fiorettiste mestrine Martina Sinigalia e Stefania Straniero da ieri sono entrate a far parte del gruppo sportivo dei Carabinieri. Campionesse d’Italia a squadre la scorsa estate con il Corpo Forestale, a seguito della confluenza di quest’ultimo nell’Arma si sono fuse anche le attività sportive, dando vita a un gruppo di atlete che partirà con i favori del pronostico ai prossimi campionati italiani assoluti di Gorizia.

Una squadra che contava già su una numero uno del fioretto quale Arianna Errigo e su Claudia Borella, e che ha ricevuto dalla Forestale, oltre alle due mestrine, anche Martina Batini e Serena Teo. Calcolando che Teo e Borella sono padovane, e che il maestro della squadra di fioretto è il mestrino Fabio Galli (che portò in agosto Garozzo alla medaglia d’oro olimpica di Rio de Janeiro, ndr), è evidente che nel gruppo sportivo dei Carabinieri c’è parecchio Veneto. Ieri a Roma le atlete si sono radunate per prendere contatto con la realtà militare e impostare il lavoro dei prossimi mesi.

«Ci hanno accolte molto bene, e nell’occasione è stata inaugurata la nuova sala del gruppo sportivo con il presidente federale Giorgio Scarso», racconta Martina Sinigalia, «è vero, con questa sorta di fusione, sta nascendo una super squadra e sarà emozionante presentarsi alle prossime gare. Arrivo da due anni di esperienza al Corpo Forestale che sono stati bellissimi, con alla guida tecnica l’olimpionica Giovanna Trillini. Ci hanno sempre aiutate molto e lo scorso anno, sapendo che era l’ultimo prima della chiusura, è stato ancora più bello vincere il titolo tricolore. Ora siamo militari e ci aspettano due corsi di familiarizzazione e militarizzazione. La presenza di Arianna Errigo? E’ una numero uno in assoluto, sarà bello essere dalla stessa parte».

Il primo weekend di marzo a Pesaro ci sarà la prima uscita ufficiale per la seconda prova open individuale di qualificazione agli assoluti di Gorizia, e in pedana salirà anche Stefania Straniero. «Sicuramente l’ambiente della Forestale era bellissimo, ma sono certa che pure questa nuova realtà ci darà molto. Da un corpo civile a uno militare cambiano tante cose, e adesso dobbiamo orientarci. I nostri responsabili ci stanno aiutando moltissimo, e nella riunione di Roma ci hanno spiegato le nuove dinamiche, anche dal semplice saluto ai superiori. Questo gruppo sportivo è prestigioso, abbiamo un maestro di Mestre e una squadra molto veneta. Uno squadrone, anzi, e si punterà a vincere il titolo».

Gruppo sportivo dei Carabinieri che, solo per fare qualche nome, in passato ha accolto gente come Numa, Dal Zotto e Zennaro, quest’ultimo da tempo maestro al Circolo Scherma Mestre di Sinigalia e Straniero. «La squadra è stata rinforzata e questo ci fa solo piacere», commenta il maestro Fabio Galli, «le ragazze arrivate le conosco da tanti anni, c’è un bel rapporto di amicizia e e punteremo senza dubbio al titolo italiano».

©RIPRODUZIONE RISERVATA