Dopo cinque anni riapre al pubblico la biblioteca di Sant’Antonio

di Carlo Bellotto

Custodisce 80 mila volumi e novecento manoscritti Possono essere consultati solo da studiosi selezionati